Come curare l’artrosi: generalità

Molto spesso ci chiediamo “Come curare l’artrosi“, o meglio, se conviene utilizzare farmaci, integratori o se basta la sola fisioterapia. Prima di tutto cerchiamo di capire cosa è l’artrosi e perchè è una problematica che può colpire indistintamente uomini e donne a partire da una certa età.

L’artrosi comporta un deterioramento della cartilagine che viene sostituita da tessuto osseo. E’ fondamentale dare importanza ai segnali che si avvertono perché la migliore medicina per questa malattia cronica è proprio la prevenzione.

Le zone che sono maggiormente colpite da questa fastidiosa patologia sono la colonna vertebrale, l’anca, il ginocchio, le dita delle mani e quelle dei piedi.

Questa malattia aumenta con l’aumentare dell’età. E’ molto diffusa tra i quarantenni e soprattutto nella fascia di età 75-79 anni. Prima dei 45 anni sono per lo più gli uomini ad essere colpiti.

Artrosi e artrite reumatoide sono la stessa cosa?

L’artrosi è una malattia che non per forza è infiammatoria, comporta la degenerazione delle articolazioni con l’avanzare dell’età; l’artrite reumatoide invece è una malattia infiammatoria che comporta nella maggioranza dei casi delle sensazioni di calore e gonfiore le cui cause possono essere batteriche o virali e colpire anche legamenti e tendini.

L’importanza della prevenzione e dell’attività fisica

Come curare artrosi: la prevenzione prima di tutto

Come detto in precedenza è fondamentale la prevenzione e soprattutto riconoscere i fattori di rischio dell’artrosi. Se possiamo darvi un consiglio, sono certamente da evitare il sovrappeso, un eccessivo e ripetuto carico e le posizioni viziate. Questi tre fattori vanno assolutamente limitati se si vuole evitare l’insorgere di dolori artrosici.

Troppo sport fa male a coloro che hanno dolori artrosici? Questo è quello che molte volte navigando su internet, si legge nei vari forum. Questo non è assolutamente vero o almeno, è vera solo in parte. Scopriamo il perché!

Come combattere l’artrosi negli anziani

Prima di tutto cerchiamo si sfatare alcuni falsi miti.

E’ vero, il problema cartilagineo è diffuso soprattutto tra coloro che praticano attività sportiva ma è altrettanto vero che è dovuto soprattutto a traumi. Va anche ricordato che anche nel caso di artrosi conclamata l’attività fisica è fondamentale soprattutto se mirata, attraverso appositi programmi personalizzati, a migliorare la mobilità delle articolazioni.

L’attività fisica è importante anche per gli anziani. E’ vero che col passare degli anni si ha un decadimento della loro muscolatura con una concentrazione del carico sulla parte mediale del ginocchio ma è altrettanto vero che questo sovraccarico può essere evitato rafforzando i muscoli degli arti inferiori

Quali sono gli sport che si possono praticare?

La cosa fondamentale, qualsiasi sport si voglia praticare, è la fase di streatching, leggero ma mirato ad aumentare la mobilità articolare. La fase di riscaldamento è fondamentale per prevenire eventuali infortuni.

Gli sport che si possono praticare e che fanno bene in presenza di dolori artrosici sono soprattutto la corsa, il ciclismo e il nuoto. Per quest’ultimo vanno bene tutte le attività acquatiche escluso la “rana”.

Ciclismo
Corsa
Nuoto

Artrosi e alimentazione: la dieta e gli integratori naturali

Anche una corretta alimentazione è fondamentale in caso di dolori artrosici. La dieta che andremo a fare dovrebbe includere alimenti con sostanze antiossidanti, con poco alcol e non troppo ricca di alimenti di origine animale. Quindi nella nostra routine settimanale dovremo cercare di cambiare la nostra alimentazione e inserire soprattutto cibi che contengano vitamine, omega-3, minerali ed acqua. Fondamentali sono il consumo di pesce e quello di frutta, soprattutto “frutta secca“.

L’artrosi come curarla in modo naturale?

Molto spesso si tende a curare l’artrosi in modo naturale con due obiettivi principali:

  • riduzione del dolore
  • ripristino della funzionalità articolare

Oggi giorno si parla sempre più diffusamente di sostanze protettrici della cartilagine come la glucosamina, l’acido ialuronico e il collagene.

  • La glucosamina è un componente naturale che il nostro organismo ricava dal glucosio. L’assenza di questo “aminozucchero” provoca la distruzione delle cartilagini delle articolazioni di mani, piedi e gambe; le ossa iniziano a sfregare le une con le altre provocando infiammazioni e dolori articolari;
  • L’acido ialuronico è al giorno d’oggi utilizzato sia in ambito medico che in ambito estetico. Ha una grande capacità, quella cioè di trattenere l’acqua, caratteristica che lo rende utilissimo sia per la cute che per le articolazioni. 
  • Infine abbiamo il collagene la cui proprietà fondamentale è quella di irrobustire e rendere elastici i vari tessuti.

Quali sono gli alimenti da evitare?

Tra i cibi che bisognerebbe evitare se si soffre di artrosi troviamo:

  • Mais: il mais contiene grandi quantità di acidi grassi che non fanno altro che aumentare l’infiammazione;
  • Carni rosse: il consiglio è quello di consumare la carne rossa in piccole quantità. Un eccesso infatti è dannoso per coloro che soffrono di artrosi. E’ possibile sostituirla con carni bianche come per esempio il pollo, il tacchino o il pesce;
  • Salsa di soia: la salsa di soia non è consigliata per coloro che soffrono di dolori articolari in quanto porta ad un aumento dell’infiammazione;
  • Bevande zuccherate: l’eccesso di zuccheri contenuto nelle bibite zucchera come la cocca cola o l’aranciata è nocivo  in quanto contribuisce a deteriorare le articolazioni.