Terapia del dolore: cos’è e come funziona

Terapia del dolore cronico: in cosa consiste

Cos’è la terapia del dolore

La terapia del dolore (anche definita terapia antalgica o medicina del dolore) riguarda una patologia molto diffusa nel nostro paese e nel mondo. Basti pensare che in Italia ad oggi una persona su cinque soffre di dolore cronico.

Mentre addirittura negli Stati Uniti, il numero delle persone che soffre di dolore cronico è maggiore di quelle che soffrono di diabete, patologie cardiovascolari o cancro.

Cause del dolore cronico

Fondamentalmente , si possono distinguere tre diversi tipi di dolore: acuto, cronico e da procedura.

Il dolore cronico, bersaglio della terapia antalgica è fortemente debilitante ed è in grado di provocare danni non solo fisici, ma anche psicologici, sociali ed economici, ai pazienti che ne sono afflitti. Per tale motivo, il dolore cronico viene considerato una vera e propria patologia, vie riconoscituto al giorno d’oggi come una delle maggiori disabilità.

Molto spesso, si ritiene che il dolore cronico sia una peculiarità delle patologie neoplastiche. Tuttavia, i tumori non costituiscono l’unica possibile causa in grado di scatenare la suddetta forma di dolore.

Infatti, la causa può anche non essere di tipo oncologico, ma essere, ad esempio, di tipo neuropatico, oppure associata a patologie degenerative di varia natura.

Qual è esattamente la sede del dolore cronico e dove ha inizio?

Le lesioni dei tessuti periferici e l’infiammazione determinano lo spostamento delle cellule infiammatorie nel sito di lesione. 

Le cellule infiammate rilasciano mediatori pro-algesici e questi diventano responsabili della sensazione di dolore cronico. Questa malattia si può dire che per molti anni sia stata sottovalutata. 

Oggi grazie a studi approfonditi è stato possibile elaborare un approccio fisioterapico della terapia del dolore cronico.

Dolore cronico cosa fare

Attraverso trattamenti fisioterapici mirati, il paziente avrà maggior consapevolezza sulla provenienza del dolore e acquisterà nel tempo maggiore autonomia ed indipendenza nello svolgere le attività quotidiane.

Per il fisioterapista che incontra un paziente che soffre di dolore cronico, sarà molto importante dare un giusto peso all’approccio psicologico del paziente.

Il fisioterapista che proporrà ad esempio, al paziente con dolore cronico, di svolgere degli esercizi fisici; si troverà di fronte la reazione del tutto sgomenta del paziente. Questa potrebbe essere una delle reazioni più comuni.

In realtà il fisioterapista che si troverà a gestire il paziente con terapia del dolore cronico dovrà fare leva su alcuni semplici punti:

  • Sovraccarico: utile per produrre una maggiore risposta da parte dell’organismo,
  • Specificità degli esercizi che varieranno a seconda del paziente,
  • Differenze: da paziente a paziente nel rispetto delle individualità di ognuno,
  • Reversibilità: questo vorrà dire che se una persona abbandona un programma di allenamento il suo ritorno alla condizione iniziale sarà molto più veloce ed altrettanto velocemente il paziente tornerà a condurre quello stile di vita basato su abitudini errate.

Il dolore in questa situazione di gestione del dolore cronico può fare parte del percorso di riabilitazione.

Il compito del fisioterapista sarà quello di aiutare il paziente nello svolgere gli esercizi, nell’acquisire una nuova forza interiore e nel concepire il dolore temporaneo come un momento che lo porterà ad un nuovo stile di vita e nuova consapevolezza delle proprie capacità motorie.

 

Terapia del dolore farmaci

La scelta del tipo di farmaci contro il dolore dipende soprattutto dall’intensità e dal tipo di dolore che affligge il paziente.

FANS

I FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) vengono utilizzati nella terapia del dolore quando quest’ultimo è di grado lieve o moderato.

Analgesici Oppioidi

Gli analgesici oppioidi, ampiamente utilizzati nella terapia del dolore, sono particolarmente indicati quando lo stimolo doloroso è di grado da moderato a grave.

Fra gli analgesici oppioidi maggiormente impiegati nella terapia del dolore troviamo la codeina, il tramadolo, la buprenorfina, il fentanil, l’ossicodone, il metadone, l’idromorfone e la morfina.  I suddetti principi attivi vengono considerati come i farmaci più importanti nel trattamento del dolore cronico di tipo oncologico.

Antidepressivi

Nonostante la loro principale indicazione terapeutica sia il trattamento della depressione, alcuni principi attivi appartenenti alle classi degli antidepressivi triciclici (o TCA) e degli inibitori del reuptake di serotonina e noradrenalina (o NSRI) si sono rivelati molto utili nella terapia del dolore di tipo neuropatico e possono essere impiegati sia da soli, sia in associazione ad analgesici oppioidi.

Anticonvulsivanti

Anche alcuni tipi di farmaci anticonvulsivanti si sono rivelati piuttosto efficaci nella terapia del dolore di tipo neuropatico.

Anestetici locali

Fra gli anestetici locali maggiormente impiegati nella terapia del dolore cronico ritroviamo la lidocaina.

Terapia non farmacologica

Alla classica terapia del dolore effettuata con specialità medicinali, è possibile affiancare una terapia del dolore non farmacologica.

Naturalmente, il tipo di approccio che si decide di intraprendere varia in funzione della tipologia di dolore cronico che deve essere trattato.

Fra questi diversi approcci ricordiamo la radioterapia, la crioterapia, la termoterapia, i massaggi e la fisioterapia.

ARTICOLI RECENTI

Tendinite alla caviglia: come curarla

Tendinite alla caviglia: come curarla

Tendinite alla caviglia: quanto dura e come curarla La tendinite alla caviglia e la borsite al piede sono condizioni piuttosto comuni che causano gonfiore e sofferenze intorno a muscoli e ossa, ma...

Dolore ai reni: scopri sintomi, cause e rimedi!

Dolore ai reni: scopri sintomi, cause e rimedi!

Dolori ai reni: sintomi, cause e semplici rimedi È facile confondere il dolore a reni per mal di schiena o dolore al fianco. Spesso i pazienti con problematiche di questo genere lamentano semplice...

Parestesia: cos’è e come curarla

Parestesia: cos’è e come curarla

Le parestesie sono delle reazioni anormali al tatto, al calore, alle vibrazioni e al dolore. Scopriamo significato e cause di questa condizione. Parestesia significato Con parestesia si...

Frattura malleolo: cause, sintomi e rimedi

Frattura malleolo: cause, sintomi e rimedi

Che cos'è La frattura malleolo è un evento traumatico piuttosto grave che consiste nella rottura di uno dei tre malleoli presenti nella caviglia, o anche più. Vediamo quali tipologie di...

Formicolio mano destra

Formicolio mano destra

Formicolio mano destra: quali sono i sintomi più diffusi e le cause più comuni Il formicolio mano destra è un disturbo molto diffuso, che rivela spesso la presenza di una patologia nota come...

Studio Fisioterapia GM

Vienici a trovare

Ci troviamo in pieno centro, a pochi passi dalla metro Cipro. L’indirizzo del nostro Studio è Via Giulio Venticinque n.ro 23

massage therapy icon 012

Contattaci

Vuoi maggiori informazioni o vuoi prenotare la tua visita gratuita? Contattaci !!!

massage 09 1